Casa Museo di Palazzetto Baviera

Apertura al pubblico della “Casa Museo di Palazzetto Baviera”

da Sabato 28 Marzo al 31 Agosto 2015

Sabato 28 Marzo 2015 riapre al pubblico la “Casa Museo di Palazzetto Baviera”, sita a Senigallia, in Piazza del Duca.  Il Palazzetto Baviera costituisce una delle testi monianze artistiche più importanti della città e uno degli esempi più alti di scultura plastica. L’edificio venne acquistato da Giovan Battista Baviera nel 1512, rimanendo di proprietà della famiglia fino al 1956 quando Barbara Baviera lo donò al Comune di Senigallia insieme agli arredi delle sale degli stucchi e dell’anticamera. Il maggior vanto del Palazzetto è la straordinaria sequenza di stucchi che ornano le volte delle sa-le. Per l’occasione sarà allestita una mostra che avrà come soggetto la figura di Federico Brandani, il grande plastificatore cinquecentesco che realizza il suo capolavoro a Senigallia e che lavorò al santuario di Loreto, nel Palazzo Ducale di Urbino, città dove nacque attorno al 1522, a Villa Giulia a Roma su committenza di papa Giulio II, nei castelli piemontesi di Fossano e Rivoli.   Info evento: www.comune.senigallia.an.it,

Lo Studiolo di Federico di Montefeltro

Lo Studiolo di Federico di Montefeltro

Comune di Urbino da Febbraio a Maggio 2015

La Regione Marche, con la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoan-tropologici delle Marche e la collaborazione del Comune di Urbino, promuove con la realizzazione, dal mese di febbraio a maggio del 2015, di un importante evento espositivo, dedicato a uno dei luoghi più emblematici del Rinascimento italiano: lo Studiolo di Federico di Montefeltro nel Palazzo Ducale di Urbino. Lo Studiolo, che costituisce l’ambiente più intimo del Palazzo d’Urbino, era infatti composto dalle bellissime tarsie lignee policrome e dalla doppia galleria di 28 ritratti di Uomini Illustri.  Oggi solo la metà dei ritratti (nel numero di quattordici) è ancora conservata nel Palazzo divenuto sede della Galle-ria Nazionale delle Marche, mentre le  restanti 14 tavole, acquistate da Napoleone III, sono oggi conservate nelle collezioni del Museo del Louvre.

Expo 2015

Le Marche all’Expo 2015

Bellezza, creatività, partecipazione, accoglienza: saranno le parole chiave che Expo 2015 vorrà comunicare al mondo, le stesse che da sempre contraddistinguono le nostre Marche. Per questo motivo la Regione Marche si sta preparando ad accogliere nel proprio territorio una parte dei visitatori che, incuriositi e interessati da quanto porteremo a Milano, vorranno venire, toccare con mano e vedere con i propri occhi tutte le nostre meraviglie.